Coeva alla rocca, scende dal castello allargandosi a comprendere il sottostante borgo (la valle) e il Peschio.

E’ conservata in molti tratti, nonostante che la costruzione della rotabile per il castello e per la provinciale Sferracavalli la abbia interrotta in molti punti.

Aveva quattro porte nella valle, due al Peschio e due al castello.

Fonte: Storia della Città - Rivista internazionale di storia urbana e territoriale - N°2 Electra Periodici

 

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information